Dom, 29 Gen, 2023

La memoria vaccino e antidoto fondamentale per le nuove generazioni. Numerose le attività organizzate dall'IC borgarese

La memoria vaccino e antidoto fondamentale per le nuove generazioni. Numerose le attività organizzate dall'IC borgarese

Incontri, film, letture, poesie in tutte le classi della scuola per il Giorno della Memoria

Come ogni anno ormai l'Istituto Comprensivo borgarese in occasione del Giorno della Memoria, organizza numerose attività per far riflettere i giovani studenti della primaria e della scuola media sul tema e per commemorare tutte le vittime della Shoah

Attività che si svolgeranno nelle sia nelle singole classi attraverso la visione di film, documentari, lettura di articoli, poesie, libri e canzoni predisposte autonomamente da ciascun docente, ma non solo.

Martdì 24 gennaio gli alunni delle classi terze della scuola media "Levi" dalle 10,15 alle 12,30 assisteranno in Auditorium all'incontro con lo storico, giornalista e graduate allo Yad Vashem di Gerusalemme, Davide Aimonetto, dal titolo "1938: scuola e leggi razziali in Italia". Approvate nell'autunno 1938 dal Consiglio dei ministri furono una serie di provvedimenti che sancivano l’esclusione di persone ebree dall’ufficio di insegnante nelle scuole statali o parastatali di qualsiasi ordine e grado e vietavano  l’iscrizione alle scuole di qualsiasi ordine e grado agli alunni di “razza ebraica". Il settore educativo fu, dunque, il primo ambito a venire colpito, in modo estremamente duro, dalla legislazione razzista mussoliniana. 

Venerdì 27 gennaio alle 8,20 tutte le classi osserveranno un minuto di silenzio e a seguire per tutto l'Istituto ci sarà la proiezione del video, realizzato dagli alunni del Liceo Berti di Torino su "La Conferenza di Wannsee" che fu all'origine della politica di sterminio della Germania nazista.

La giornata proseguirà poi con la visione per le classi prime, del cortometraggio animato "La stella di Andra e Tati", la storia delle due sorelline di 4 e 6 anni, ebrree italiane di Fiume, deportate ad Auschwitz birkenau con la manmma, la nonna e il cuginetto dove su oltre 200mila bambini se ne salvarono appena 50.

Per le classi seconde, invece, sarà proiettato il cortometraggio "Perdonaci i nostri peccati" che narra la vicenda di un ragazzo con una menomazione che, preso di mira dai nazisti intenti ad uccidere i disabili, durante la sua fuga compie un gesto audace.

"Riphagen" è il titolo del film, per le classi terze, che racconta come un criminale olandese abbia contribuito alla cattura e all'eccidio degli ebrei in fuga.

Anche i bimbi della Primaria, il 27 gennaio, alle 8,50, osserveranno un minuto di silenzio in omaggio e rispetto alle vitttime dell'olocausto e le classi quinte, martedì 31 gennaio incontreranno l'associazione ANED (ex deportati) e la presidente Susanna Martufi, figlia di un sopravvissuto allo sterminio per fare testimonianza. L'incontro sarà preceduto dalla proiezione del cortometraggio di Ettore Scola "1943-1997".

Tutte le attività sono coordinate dalla professoressa Adriana Antonacci, referente sia per l'Istituto comprensivo di Borgaro del progetto Shoah, sia della Rete delle Scuole Piemontesi per la didattica della Shoah di cui la scuola fa parte fin dall'anno scolastico 2018/19. 

«Ringrazio anticipatamente a nome mio e di tutta la comunità scolastica - commenta la dirigente Lucrezia Russo, rivolta alle famiglie degli studenti - per l'attenzione che vorrete porre alle nostre attività di sensibilizzazione su una tematica così importante per la crescita personale, sociale e culturale dei nostri ragazzi».

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703