Sab, 26 Nov, 2022

Caseggiato Chiabotto preda di topi, piccioni e tegole che cadono. Una situazione ai limiti della decenza e vivibilità

Caseggiato Chiabotto preda di topi, piccioni e tegole che cadono. Una situazione ai limiti della decenza e vivibilità

Il sindaco ha già firmato due ordinanze ed ora dirà alle vie legali

Topi, piccioni, tegole che cadono dall'edificio Chiabotto, edificio già oggetto di un fallimento situato tra via Cravero e piazza Garambois, dove per altro la tettoia adiacente e da tempo immemorabile transennata, di proprietà comunale versa in un vergognoso stato di degrado. Una situazione, quella descritta da Emanuela Trucco, ieri sera nella mezz'ora del Consiglio comunale dedicata al pubblico,  ai limiti della decenza.

«E' un problema che sta andando avanti da tantissimi anni - ha esordito - e quest'anno abbiamo dovuto far intervenire i vigili del fuoco per ben due volte, a maggio e a luglio, perchè c'è un problema di cadute delle tegole dal caseggiato di Chiabotto. Adesso le tegole non cadono più perchè sono state messe a posto però, in cortile abbiamo dei topi di notevoli dimensioni e direi che non è una cosa normale anche perchè l'edificio è tutto transennato. Per anni sono andata dal precedente sindaco, senza ottenere alcun riscontro e anche in questi due mesi non è intervenuto nessuno, nonostante un fonogramma dei vigili del fuoco inviato al Comune. Mi chiedo e vi chiedo se tutto ciò è possibile, anche perchè ci sono i bambini che giocano in cortile e le cadute delle tegole sono un fatto evidente. Non so davvero più a chi rivolgermi». 

caselle caseggiato chiabotto

Per non parlare dell'umidità che costringe i residenti ogni anno a ritinteggiare le pareti e ai disagi causati dal dover tenere le finestre chiuse anche in piena estate per impedire ai topi di entrare in casa. 

Basta fare due passi a piedi da piazza Garambois a via Cravero per rendersi conto della situazione e sempre sperando di non incrociare qualche pantegana.

Una situazione ben nota al nuovo sindaco Giuseppe Marsaglia che durante il Consiglio comunale ha spiegato che dalla sua nomina ad oggi ha già firmato due ordinanze  (ovviamente disattese, altrimenti Emanuela Trucco non si sarebbe presentata in Consiglio comunale a fare le sue rimostranze) e promesso di farsi carico del problema, incaricando un legale, a questo punto, per risolvere una volta per tutte, la questione.

caselle trappola insetti

Come d'altra parte si è già fatto carico del problema degli insetti (scarafaggi in particolare), in via Leini, posizionando una serie di speciali trappole.

Tuttavia rimane il mistero delle ragioni per cui il paese sia improvvisamente diventato preda di questi roditori che di tanto in tanto fanno la loro comparsa in foto non troppo edificanti pubblicate dai cittadini sui social.

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703