Mer, 17 Ago, 2022

Dopo due anni di stop forzato la festa di Sant'Anna, torna ad essere il successo di sempre

Prosegue anche la raccolta fondi per il recupero e il restauro dell'antica cappella della borgata

Sono bastare tre semplici serate e, nonostante i due anni consecutivi di stop forzato legato alle restrizioni dovute dalla pandemia da Covid 19, la festa patronale dedicata  Sant’Anna, ha immediatamente bissato il successo degli anni passati. I tre giorni di festa: il 22, 23, 24 luglio, rispetto ai cinque tradizionali delle passate edizioni, hanno richiamato centinaia e centinati di partecipanti, a dimostrazione che quando c’è voglia di stare insieme, allegria, organizzazione, ogni problema si supera.

Ogni serata ha superato le aspettative di quelle precedenti, diventando un punto di richiamo, immerso nel verde, per un folto numero di persone, non solo borghigiani, ma provenienti da tutto il territorio circostante.

Il merito di questo successo spetta indubbiamente allo stand gastronomico, con specialità carne alla griglia, aperto tutte le sere, e gestito in maniera impeccabile dai volontari dell’associazione Sant’Anna. Ma anche le kermesse musicale a ingresso libero, offerta da diversi gruppi, hanno fatto egregiamente da cornice all’appuntamento patronal.e

Come tradizione, domenica 24 luglio, è stata celebrata la santa messa all’interno della cappella. Un edificio religioso molto caro a don Bosco, ed inserito da tempo negli itinerari di visita salesiani. La borgata Sant’Anna, ed i volontari dell’omonima associazione, sia giovani che adulti, rappresentano ormai un importante luogo di aggregazione sul territorio.

Un festa questa, che non perde però mai il senso ultimo dell’iniziativa: quello di raccogliere fondi per continuare a recuperare e restaurare l’antica cappella e i locali annessi. Infatti, con il ricavato delle precedenti edizioni, si è potuto restaurare il tetto della chiesa, una manutenzione conservativa che ha riguardato anche la canonica.

La speranza, da parte di tutti, è che con la ripartenza della patronale, sebbene limitata a soli tre giorni, quest’anno, si possa nuovamente dar vita ad altri progetti di recupero e conservazione dello storico edificio religioso. E registrando l’affluenza così massiccia, in quelle tre serate, certamente sarà possibile proseguire nella lodevole opera di conservazione del complesso borghigiano.

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703