Mer, 17 Ago, 2022

Rinnovare la patente di guida? In Piemonte è diventato un miraggio farlo attraverso le ASL

Rinnovare la patente di guida? In Piemonte è diventato un miraggio farlo attraverso le ASL

Ormai le liste d'attesa sono diventate interminabili

E' sempre più complicato rinnovare la patente. E' quanto stanno denunciando da quelche tempo gli utenti ed ora il tema è finito anche sui banchi del Consiglio regionale quando durante il settimanale Question Time a porre l'accento sul problema è stato il presidente del gruppo dei Moderati, Silvio Magliano.

«Le visite richiedono tempi biblici non solo all'ASL TO4 - ha spiegato - ma, verosimilmente, anche in altre ASL piemontesi, con appuntamenti fissati dopo la fine dell'estate e talvolta ancora più tardi. Anche in questo ambito, in questa Regione, le liste d'attesa sono interminabili. Sono molti gli automobilisti che, non volendo aspettare tanto e dovendo utilizzare l'auto per questioni personali o professionali indifferibili, scelgono di rivolgersi, a pagamento, ai centri di scuola guida autorizzati».

La Giunta ha, ovviamente, provato a ridimensionare il problema, ma la risposta secondo la quale «il servizio riscuote il favore dell'utenza, pur tra qualche difficoltà» di certo non consola gli automobilisti, recentemente, si sono sentiti suggerire dagli stessi operatori di «rivolgersi a una Scuola Guida per espletare la pratica». A pagamento, è ovvio.

«I tempi di attesa sono spesso più lunghi dei due mesi indicati dalla Giunta e spesso non sono migliorati rispetto al 2021 (anno particolarmente negativo) - prosegue Magliano -.  Altro fatto grave: non possiamo accettare che, per i cittadini, anche solo ricevere risposta a un'email diventi un'impresa impossibile e l'abbiamo esplicitamente fatto notare a verbale. Faremo un approfondimento in Commissione per verificare quali siano le reali tempistiche sul territorio regionale e se sia eventualmente necessario assumere personale per tornare a tempistiche più consone alle esigenze e alle aspettative degli automobilisti della nostra regione. La Giunta ha identificato tre cause per l'attuale situazione di criticità: le nuove procedure nazionali, la concomitante cessazione delle proroghe delle patenti al 30 giugno 2022 e il maggior afflusso di utenti a livello regionale».

Cause che naturalmente, non giustificano i tanti, troppi disagi.

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703