Mer, 29 Giu, 2022

Il 2021 degli italiani attraverso le ricerche su Google

Il 2021 degli italiani attraverso le ricerche su Google

Ecco le parole più digitate nella barra di ricerca

Google Trends restituisce la nostra voglia di tornare alla normalità

Federica Carla Crovella

Quante volte abbiamo spostato il cursore sulla barra di ricerca di Google, in questo 2021? Ormai, è un gesto quasi automatico, ma per cercare informazioni su che cosa?

Ci sono state ricerche decisamente più gettonate di altre, ma attenzione, Google Trends si concentra sulle ricerche dell’ultimo hanno che hanno riportato una crescita rilevante rispetto all’anno passato; non guarda i dati in termini assoluti, perché ci sono ambiti e parole che, altrimenti, sarebbero sempre in cima alla classifica.

Bene, ora osserviamo un po’ di curiosità sulle ricerche più frequenti fatte in Italia nell’anno che sta per finire.

Non stupisce molto che anche quest’anno uno degli ambiti più “googlati” sia quello della salute e in particolare dei risvolti della pandemia, tanto che Google Trend ha riservato una categoria a parte a questo settore. Tuttavia, emergono diverse altre parole, che segnalano il graduale “ritorno alla vita” che ha caratterizzato il 2021.

google trends

Ecco le prime 10 parole più cercate in Italia:

  1. Serie A
  2. Europei
  3. Classroom
  4. Raffaella Carrà
  5. Champions League
  6. Roland Garros
  7. Christian Eriksen
  8. Wimbledon
  9. Green Pass
  10. Matteo Berrettini

Ecco che il calcio la fa da padrone e apre la classifica, grazie all’enorme successo della nostra Nazionale, così come Wimbledon in ottava posizione. Al terzo posto c’è Classroom, che in un certo senso rimanda alla pandemia, ma soprattutto alla temuta DAD: si tratta , infatti, della piattaforma maggiormente usata nelle scuole italiane per la gestione delle lezioni a distanza, con annesse  comunicazioni, le valutazioni e assegnazione di compiti. Troviamo anche la parola Green Pass che rievoca la pandemia, se scendiamo al nono poso; ma c’è una differenza grande, che rispecchia l’andamento di questo anno: la parola più cercata non è più “coronavirus”, bensì, quella relativa alla certificazione che permette di regolamentare il ritorno a una vita più o meno normale. Eccolo, il grande desiderio degli Italiani.

Le altre parole sono nomi di personaggi che, per motivi diversi, hanno caratterizzato quest’anno. Tra questi, non si può non ricordare la grande Raffaella Carrà, deceduta il 5 luglio scorso. Ai personaggi, però, è dedicata una classifica a parte:

  1. Christian Eriksen
  2. Matteo Berrettini
  3. Mario Draghi
  4. Gianluigi Donnarumma
  5. Måneskin
  6. Jannik Sinner
  7. Giuseppe Conte
  8. Federica Pellegrini
  9. Orietta Berti
  10. Marcell Jacobs

Al primo posto c’è il calciatore dell’Inter Christian Eriksen, che lo scorso giugno durante una partita degli Europei di calcio è stato vittima di arresto cardiaco. Al secondo posto c’è Matteo Berrettini, il tennista italiano arrivato in finale al torneo di Wimbledon. Lo sport supera la politica, che arriva al terzo posto con Mario Draghi e poi al settimo con il suo predecessore, Giuseppe Conte. Il resto della classifica è un’alternanza di sport e musica, che attesta il bisogno di evasione della popolazione italiana, attraverso due ambiti che sono sempre stati strumenti vincenti per regalarsi uno stop dalla realtà di tutti i giorni.

Anche ai decessi  del 2021 è stata riservata una classifica, che ripercorre le grandi perdite e i lutti che hanno colpito di più gli Italiani:

  1. Raffaella Carrà
  2. Michele Merlo
  3. Franco Battiato
  4. Gino Strada
  5. Carla Fracci
  6. Libero de Rienzo
  7. Rossano Rubiconi
  8. Milva
  9. Principe Filippo
  10. Nick Kamen

La maggioranza di questi ci riporta al mondo dello spettacolo, soprattutto italiano. Spicca anche qualche nome straniero. Torna, qui al primo posto, Raffaella Carrà. Segue l’ex concorrente di Amici di Maria De Filippi Michele Merlo e ancora il mondo della musica con Battiato. Il Principe Filippo è l’eccezione tra gli altri nomi, tutti legati in qualche modo al mondo della tv.

Eccola, la classifica dedicata al Covid e alle parole più ricercate:

  1. Green pass
  2. Prenota il vaccino anti-Covid
  3. Astrazeneca
  4. Covid oggi
  5. Coprifuoco
  6. Zona arancione
  7. Prenotazione vaccino toscana
  8. Autocertificazione marzo 2021
  9. Il Piemonte ti vaccina
  10. Prenotazione vaccino Lombardia

Il Green Pass apre la classifica. Chi non ha sentito l’esigenza di chiarire dubbi e cercare informazioni dettagliate sul lasciapassare che ci sta permettendo di tornare ad una pseudo-normalità? Non tutte le regole sono sembrate immediatamente chiare, a volte ci sono state difficoltà nell’emissione dopo i vaccini o i tamponi: ecco scattare la “corsa” su Google, per saperne più. Così è stato anche per le modalità di prenotazione dei vaccini, che soprattutto in occasione delle prime somministrazioni  e poi per la dose booster, hanno creato difficoltà e suscitato incertezze. Non stupisce che in terza posizione ci sia “Astrazeneca”, uno dei vaccini contro il virus più discussi nel corso dell’anno, per via di alcuni casi di trombosi che si sono verificati dopo la somministrazione. Le altre sono parole legate ad alcune regole imposte dal governo, come ad esempio il coprifuoco, o relative alle prenotazioni dei vaccini in alcune regioni.

Gli eventi più cercati sono legati al mondo dello sport, anche grazie ai numerosi traguardi tagliati dalla nostra Italia, ad eccezione del Festival di Sanremo, al settimo posto, e il Black Friday, al nono.

  1. Serie A
  2. Europei
  3. Champions League
  4. Roland Garros
  5. Wimbledon
  6. Olimpiadi
  7. Sanremo 2021
  8. NBA
  9. Black Friday
  10. Superlega 2021

Come fare…?

  1. Lo SPID
  2. Il Green pass
  3. Screenshot su PC
  4. Domanda ATA
  5. Il cubo di Rubik
  6. Backup WhatsApp
  7. Il vaccino anti Covid
  8. Il nodo alla cravatta
  9. Fare un curriculum
  10. La lavatrice

Google Trends

Questa sezione si apre con lo SPID, uno strumento diventato fondamentale per accedere a molti servizi online. Ad esempio? Quelli dell’INPS o dell’Agenzia delle Entrate. Tra le altre cose, serve anche per ottenere il Green Pass, che scende al secondo posto. Molte delle altre ricerche più gettonate non sono affatto scontate: per esempio, non tutti sanno come fare uno screenshot sul computer, che si aggiudica il terzo posto. Torniamo a leggere di ricerche legate alla vita di tutti i giorni, come la lavatrice o il nodo alla cravatta, indice, anche questo di voglia di tornare all’epoca pre-pandemia. Spariscono le ricerche legate strettamente al lockdown, che lo scorso anno scalavano le classifiche. Come dimenticare la pizza e il pane da fare in casa? Niente paura, alla cucina è dedicata una classifica apposita.

Eccola :

  1. La pizza in casa
  2. Il pesto in casa
  3. La besciamella
  4. La conserva di pomodoro
  5. Il sushi in casa
  6. Le uova sode
  7. Il porridge
  8. Il brodo di carne
  9. I ravioli in casa
  10. Le uova strapazzate

 “Come fare la pizza in casa” resta la ricerca più gettonata degli italiani, che non abbandonano la nostra tradizione culinaria; non c’è più il pane e anche questo è segno di un generale allentamento delle restrizioni, che permette di comprare tranquillamente in panetteria senza doversi per forza accaparrare chili di farina al supermercato. Gli altri cibi sono piuttosto comuni, eccetto forse i ravioli e il sushi, per chi vuole lanciarsi in ricette più particolari senza ricorrere ai ristoranti cinese e giapponese. Chissà che qualche pregiudizio e la paura del Covid non abbiano influenzato ancora le ricerche su Google?

Cosa significa…?
In questa classifica al primo posto c’è il “DDL Zan”, il disegno di legge contro l’omotransfobia, accantonato dal Senato. Anche la parola “transgender”, sempre legata all’identità di genere, ha suscitato interesse: segno che, forse, l’attenzione a questi temi comincia a guadagnare spazio?  In seconda posizione abbiamo la “zona rossa rafforzata”, che era stata introdotta all’inizio dell’anno per le regioni più a rischio contagio; sempre parlando di Covid, all’ottavo posto c’è una delle sigle impresse sulla mascherina ffp2. Al sesto e decimo posto arrivano dubbi su valori del sangue, a confermare che la salute è tra i valori che abbiamo riscoperto.

  1. DDL Zan
  1. Zona rossa rafforzata
  2. Resilienza
  3. Transgender
  4. Endemico
  5. Rdw alto
  6. LOL
  7. Ce 2163 ffp2
  8. Voto intermedio
  9. Mchc basso

Perché…?
Le richieste degli italiani sono piuttosto eterogenee. Partono dalla politica e dalle perplessità per le dimissioni di Giuseppe Conte, prima della nascita dell’attuale Governo Draghi. Si passa al più generico “perché non funziona WhatsApp”, nel tentativo di arginare il panico per il legittimo “blackout” che a volte coinvolge lo strumento di messaggistica di cui ormai non possiamo più fare a meno.  Gli interessi poi spaziano dalla cronaca allo sport, passando per domande di costume, attualità e persino curiosità sul mondo animale, con un interrogativo curioso sul “perché i cani leccano”.

  1. Conte si dimette
  2. Non funziona whatsapp
  3. Gli inglesi hanno tolto la medaglia
  4. Si festeggia 8 marzo
  5. Israele attacca Gaza
  6. Il principe Filippo non è re
  7. I talebani sono entrati a kabul
  8. Messi va via dal barcellona
  9. I cani leccano
  10. l’italia non si inginocchia

Come…?
La categoria dei “come” è ancora dominata dalla pandemia e dalle misure messe in atto dal governo per favorire la ripresa dell’economia del Paese. C’è un’eccezione curiosa, che si conquista addirittura il secondo posto: “Come finisce Masha e Orso”, serie televisiva dedicata all’infanzia, andata in onda per la prima volta nel 2009.

  1. Come scaricare il green pass
  2. Come finisce masha e orso
  3. Come prenotare il vaccino
  4. Come fare lo SPID
  5. Come prenotare la terza dose
  6. Come si ottiene il green pass
  7. Vaccino pfizer come funziona
  8. Cashback come funziona
  9. Bonus terme come richiederlo
  10. Come funziona la lotteria degli scontrini

Attendiamo le ricerche del 2022, per capire se, almeno nelle ricerche su Google, saremo del tutto fuori dalla pandemia… e si spera non solo virtualmente.

 

GIF VECCHIONE 1

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703