Gio, 7 Lug, 2022

Giro d'Italia 2022. La 15° Tappa parte da Rivarolo a Cogne. 177 Km con arrivo in salita

Giro d'Italia 2022. La 15° Tappa parte da Rivarolo a Cogne. 177 Km con arrivo in salita

Domenica 22 maggio, alle 12,15 il via alla 15° tappa del 103° Giro D'Italia

Il fascino del Giro d’Italia è senza dubbio uno dei momenti più importanti per tutti gli appassionati di ciclismo. Questa edizione, la 103esima della corsa rosa, vede la 15° tappa partire da Rivarolo Canavese.

La Rivarolo-Cogne con i suoi 177 km è la tappa che chiude la seconda settimana del giro d’Italia. Quasi 4000 metri di dislivello per una frazione alpina che negli ultimi 80 km prevede tre salite senza soluzione di continuità e senza pianura.

I GPM (Gran Premio della Montagna n.d.r.) di prima categoria di Pila-Les Fleurs e Verrogne saranno l’antipasto alla salita finale: ufficialmente lunga oltre 24 km, in realtà l’ascesa verso Cogne dai primi 9 km con una media del 6-7% e punte dell’11%, poi da un infinito falsopiano dove è possibile sviluppare velocità e distacchi importanti in caso di difficoltà degli avversari.

Anche quest’anno come in altre edizioni ci sarà la Carovana del giro che prenderà il via intorno alle 10 e toccherà nel suo passaggio tutte le città e i paesi di questa tappa. Scorta d’onore alla carovana ben 50 vespisti del Vespa Club Rivarolo che accompagneranno la Carovana per tutti i 177 Km del percorso della Tappa.

Ospitalità del Canavese. I molti appassionati che in questa domenica verranno per vedere i campioni del calibro del  36 Miguel Angel Lopez, il 41 di Pello Bilbao, il 44 di Mikel Landa, il 61 di Wilco Kelderman, il 64 di Emanuel Buchmann, il 66 di Jai Hindley, il 71 di Guillaume Martin, il 101 di Lorenzo Fortunato, il 141 di Tom Dumoulin, il 181 di Simon Yates, il 191 di Romain Bardet, il 201 di Giulio Ciccone e il 211 di Joao Almeida. In gara ci sono anche velocisti e cacciatori di tappe: da segnalare il 21 dell'attesissimo Mathieu Van Der Poel, il 111 di Arnaud Démare, il 121 di Biniam Girmay, il 131 di Giacomo Nizzolo, il 151 di Caleb Ewan, il 161 di Alejandro Valverde, il 171 di Mark Cavendish e il 216 di Fernando Gaviria, troveranno il parcheggio Bus situato in Piazza Mossaglia, zona adiacente alla partenza della Carovana Rosa che prenderà da Via Ivrea.

Rivarolo e i suoi territori

Situato nella pianura allo sbocco delle valli piemontesi del Parco Nazionale del Gran Paradiso, ad un’altitudine di circa 304 m s.l.m, è il centro più importante e popoloso del Canavese Occidentale con i suoi 12.500 abitanti circa. È servito da una valida rete stradale verso Torino (a 30km) e verso Ivrea (a 25 km) e da un buon collegamento di trasporto pubblico con Torino. Rivarolo Canavese merita una visita per la sua vivacità culturale, sportiva e associativa, per il suo gradevole impianto urbanistico, per la sua ricca offerta commerciale, per le variegate opportunità di buona ristorazione e per il suo patrimonio artistico frutto di una storia millenaria: dal Castello Malgrà/sec XIV-XIX) al Convento di San Francesco (Sec. XIII – XIV – XV) con l’affresco di Martino Spanzotti e alle chiese barocche  tra le quali spicca quella dedicata a San Michele opera dell’architetto Bernardo Vittone (Sec. XVIII).

Rivarolo Terra di cibo e buon Vino 

A Rivarolo sono presenti ottimi ristoranti e quotate pasticcerie e gelaterie molto note in cui la tradizione piemontese, e non solo, viene raccontata sia in maniera tradizionale che più contemporanea, ma sempre con una raffinata ricerca delle materie prime. L’allevamento bovino, così sviluppato sul territorio, permette alla città di avere carni e prodotti lattiero-caseari di altissimo livello. L’attenzione all’agricoltura e all’allevamento biologico ha portato anche all’affermazione di agriturismi attenti alla sostenibilità ambientale e alla produzione a km0.  Parte della storia gastronomica del Canavese oltre che rivarolese. Il famoso salampatata, salame con patate nell’impasto, non stagionato e che deve essere consumato fresco, crudo oppure cotto al forno o grigliato.

Dolce tipico e pieno di storia il Pan douss ‘d Malgrà, dolce dagli ingredienti semplice, talvolta arricchito con i marroni, era il dessert dei banchetti del Signore di San Martino che abitava il Castello Malgrà. Nell’ambito dei vini tipici del canavese, da non perdere il Canavese Bianco, Rosato e Rosso, il Carema e l’Erba Luce di Caluso.

Riovarolo_-_Cogne.jpg

La Tappa: passaggi e Orari.

La 15° tappa Rivarolo – Cogne prenderà il via alle 12,15 da Via Ivrea, percorrendo il circuito cittadino che va verso Corso Torino per poi prendere sulla SS 460 per imboccare Corso Italia per uscire definitivamente dal Paese per imboccare la SP 41 per Agliè dove il passaggio del giro è previsto per le 12,29. Proseguendo il suo percorso verso Bairo Canavese (12,34) per imboccare la ss565 per giungere a Banchette d’Ivrea dove il passaggio della carovana rosa è previsto verso 12,51. Ultimi due Comuni del Piemonte Quassolo (13,04) e Quincinetto (13,11). Con questi due ultimi passaggi il Piemonte saluterà il 103° Giro D’Italia edizione 2022. Il giro entrerà in Valle D’Aosta a Pont-San Marten verso 13,17 imboccando la ss. 26. La carovana proseguirà il suo corso passando da Arnad (13,32), Verres (13,37), Montjovet (13,44), Saint Vincent (13,54), Chatillon (13.58), Chambave (14,05), Fenis (14,13), Quart (14,21). A Pollen ci sarà il primo Traguardo Volante con il passaggio dei corridori intorno alle 14,30. Proseguendo il percorso si passerà da Pont Saz (14,33) per giungere a Pila-Les Fleurs (15,05) dove ci sarà il primo Gran Premio della Montagna. In scalata i corridori toccheranno Gressan (15.19), Pont Saz (15,22), Aosta (15,24), Caillod (15,52). Alle 16,05 il giro entrerà a Verrogne teatro del Secondo Gran Premio della Montagna. La carovana proseguirà la sua corsa verso Cogne passando per Persod (16,11), Saint-Pierre (16,22), Villeneuve (16,23), Aymavilles (16,27), Vieyes (16,49). Finalmente la tappa Rosa entrerò sul territorio di Cogne dove ci sarà il secondo traguardo volante (17,08) DOPO 173,8 km di corsa. Dopo un percorso all’interno del Comune di Cogne l’arrivo è previsto per le 17,13 dove braccia al cielo conosceremo il vincitore di questa 15° tappa della corsa rosa.

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703