Mer, 17 Ago, 2022

Con il "Cammino di Oropa", Belmonte torna al centro dei percorsi devozionali piemontesi

Con il "Cammino di Oropa", Belmonte torna al centro dei percorsi devozionali piemontesi

Inaugurato sabato scorso il tratto che da Valperga si estende verso la Serra Morenica

Si è svolta sabato scorso nella cornice del Santuario di Belmonte, alla presenza di istituzioni ed amministratori locali,  l'inaugurazione di un nuovo tratto del Cammino di Oropa, che collega Valperga con uno i tra i più importanti luoghi di culto mariano al mondo, estendendosi verso la Serra Morenica, l’anfiteatro morenico più grande d’Europa, per arrivare fino alle Alpi Biellesi, con le loro cime frastagliate.

«Il progetto prevede l’ampliamento e la valorizzazione del Cammino di Oropa fino al territorio canavesano – commenta il presidente della Commissione Turismo del Consiglio regionale del Piemonte Claudio Leone - l'amministrazione del Santuario di Oropa, capofila del progetto, insieme ai partner Fondazione Biellezza, Associazione Movimento Lento, Fondazione di Comunità del Canavese, Associazione Amici di Belmonte Onlus e Fondazione Santuario di Graglia, ha lavorato convintamente per unire le forze e fare rete con altre realtà del territorio biellese e canavesano entrambi ricchi di un patrimonio sacro, naturalistico e culturale che è stato riconosciuto dall’UNESCO».

Andrea Cane

«Un progetto di valorizzazione territoriale – prosegue il vicepresidente della Commissione Sanità in Regione Andrea Cane – che verrà esteso all’area del Canavese, includendo il Santuario e Sacro Monte di Belmonte, collegando tra loro luoghi significativi a livello di spiritualità e di valenza culturale. Il Cammino di Oropa, che sarà percorribile per oltre 100 km complessivi, si innesta alla Via Francigena, che proprio quest’anno si è aggiudicata un finanziamento statale per rendere accessibile a ogni diversa abilità il suo percorso: come mi piace spesso dire, vere e proprie Eccellenze Canavesane, di cui andarne tutti orgogliosi! E' un segnale di speranza per tutto il territorio. L’affetto e la spiritualità che ogni abitante del Canavese prova nei confronti di questo Santuario, che nel 2003 il Comitato per il Patrimonio Mondiale dell'UNESCO ha iscritto nella lista dei patrimoni dell'umanità, merita di avere eco e valorizzazione attraverso progetti come quello presentato oggi».

 

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703