Mer, 17 Ago, 2022

A scuola più consapevoli e responsabili. Le strategie messe in campo dall'Asl TO4

A scuola più consapevoli e responsabili. Le strategie messe in campo dall'Asl TO4

Secondo il protocollo elaborato dall'Istituto Superiore di Sanità. Consigli agli studenti

 

Riprendere le attività scolastiche in presenza è indispensabile. Tutte le agenzie internazionali, tra cui l’OMS, la indicano come una priorità. Ecco perchè si è stato nessario sviluppare una strategia uniforme a livello nazionale per affrontare la ripartenza in sicurezza.

Strategia che prevede la collaborazione e l’integrazione del Sistema Scolastico con il Sistema Sanitario Nazionale attraverso un protocollo comune di risposta alle segnalazioni di “casi” o di “sospetti casi”, elaborato dall’Istituto Superiore di Sanità con l'obiettivo di limitare al minimo gli effetti di una diffusione del virus nella comunità scolastica, che potrebbe avere come conseguenza la diffusione nelle famiglie, inclusi i soggetti fragili come gli anziani, e mantenere quanto più possibile le attività didattiche in presenza.

«Abbiamo definito uno specifico piano aziendale per rendere operativa la necessaria sinergia tra ASL e Istituzioni scolastiche al fine di realizzare l’obiettivo comune di garantire la sicurezza di tutti gli attori coinvolti nella ripresa delle attività scolastiche in presenza, dagli studenti alle famiglie e agli operatori scolastici – spiega il Commissario dell’ASL TO4, dottor Luigi Vercellino -. Abbiamo nominato il Referente aziendale Covid per il supporto delle scuole e abbiamo declinato a livello locale le  indicazioni operative nazionali in relazione ai possibili scenari individuati. Tutto questo per contribuire ad assicurare in tempi rapidi una risposta efficace alle segnalazioni».

Il Referente Covid-19 dell’ASL TO4 per le Scuole del territorio è Giorgio Bellan, responsabile della struttura di Promozione della Salute del Dipartimento di Prevenzione che eserciterà il suo ruolo in stretta collaborazione con il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica e con un gruppo di operatori del Dipartimento di Prevenzione specificamente individuati per il supporto dell’interfaccia con gli istituti scolastici. Inoltre, sono stati predisposti appositi strumenti di comunicazione con le scuole, compreso un indirizzo di posta elettronica aziendale dedicato.

Le indicazioni operative nazionali, utili a individuare, comunicare e circoscrivere eventuali casi di infezione da SARS-CoV-2, possono schematicamente essere ricondotte a quattro possibili scenari:

  • il caso in cui un alunno presenti un aumento della temperatura corporea al di sopra di 37.5°C o un sintomo compatibile con il Covid-19 in ambito scolastico;
  • il caso in cui un alunno presenti un aumento della temperatura corporea al di sopra di 37.5°C o un sintomo compatibile con il Covid-19 presso il proprio domicilio;
  • il caso in cui un operatore scolastico presenti un aumento della temperatura corporea al di sopra di 37.5°C o un sintomo compatibile con il Covid-19 in ambito scolastico;
  • il caso in cui un operatore scolastico presenti un aumento della temperatura corporea al di sopra di 37.5°C o un sintomo compatibile con il Covid-19 al proprio domicilio.

Per ogni scenario l’Azienda ha definito la successione logico-temporale dei comportamenti/interventi da adottare da parte degli operatori scolastici, dei referenti scolastici Covid, dei genitori/tutori, dei medici e pediatri di famiglia, degli operatori del Dipartimento di Prevenzione e delle USCA-Unità Speciali di Continuità Assistenziale – in correlazione tra loro – per rendere esecutive le indicazioni operative nazionali.

Inoltre, l’Azienda sta organizzando punti di accesso diretto dedicati per rendere snella e rapida l’eventuale esecuzione di tamponi agli studenti e agli operatori scolastici.

Tutti i soggetti coinvolti devono essere formati sugli aspetti principali legati al nuovo coronavirus in ambito scolastico: il contenimento della sua diffusione, le procedure di gestione dei casi sospetti/confermati, l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e le misure di igiene e sanificazione. A questo scopo, l’Istituto Superiore di Sanità ha messo a disposizione dei referenti Covid della scuola, dei Dipartimenti di Prevenzione e dei pediatri e medici di famiglia uno specifico corso di formazione a distanza sulla propria piattaforma web http://www.eduiss.it.

E, queste sono le 5 regole fondamentali per gli studenti:

  1. Se hai sintomi di infezioni respiratorie acute (febbre, tosse, raffreddore) parlane subito con i genitori e NON venire a scuola.
  2. Quando sei a scuola indossa una mascherina, anche di stoffa, per la protezione del naso e della bocca.
  3. Segui le indicazioni degli insegnanti e rispetta la segnaletica.
  4. Mantieni sempre la distanza di almeno 1 metro, evita gli assembramenti (soprattutto in entrata e in uscita) e il contatto fisico con i compagni.
  5. Lava frequentemente le mani o usa gli appositi dispenser per tenerle pulite; evita di toccarti il viso e la mascherina.

 

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703