Mer, 29 Giu, 2022

Per la Reggia di Venaria, il 2022 è un anno tutto da...giocare. Inaugurato "Play"

Per la Reggia di Venaria, il 2022 è un anno tutto da...giocare.  Inaugurato "Play"

Sono previste mostre, conferenze, conversazioni, eventi e spettacoli 

Per il 2022, la Reggia di Venaria, sceglie come fil rouge della sua programmazione, il gioco declinato in tutte le sue forme.

Da sempre regge e le residenze reali sono state luogo oltre che di potere, anche di svago e piacere.  "Play" vuole essere un viaggio all’interno del mondo del gioco ma anche nella storia italiana degli ultimi tre secoli.

La Venaria Play2022 1

L’anno vede il dispiegarsi di un racconto organizzato in più capitoli. Inizia in primavera con le mostre "Dalle piazze alle Corti" e "Foto in gioco!",  la prima, a cura di Silvia Ghisotti ed Andrea Merlotti, racconta l’Italia di fine Sette ed inizio Ottocento: un tempo in cui piazze e cortili erano uno spazio ludico privilegiato. Un mondo in cui operavano artisti e giocatori di ogni genere, in grado, in alcuni casi, di suscitare anche l’interesse delle corti. Già allora il mondo del gioco s’intrecciava strettamente con lo spettacolo.  Un mondo variegato e fantastico, di cui solo un artista quale Arturo Brachetti poteva essere un’adeguata voce narrante con la collaborazione del Museo nazionale del Cinema di Torino e della Biblioteca del Seminario di Asti.

Arturo Brachetti

La seconda parte, curata da Giangavino Pazzola ed organizzata insieme alla Fondazione Camera - Centro italiano per la Fotografia. Grazie all’opera dei più grandi fotografi italiani degli ultimi decenni, la scena resta l’Italia, ma con un salto di tre secoli: da quella dei sovrani assoluti a quella che dal boom economico arriva al nostro presente.  In essa piazze e strade degli ultimi sessant’anni sono solo uno degli spazi che illustrano i cambiamenti delle pratiche ludiche negli anni della nostra contemporaneità.

La terza mostra dell’anno  "Videogame, arte ed oltre", curata da Guido Curto e Fabio Viola racconta i videogiochi come l’evoluzione di una pratica del racconto che affonda le sue radici negli antichi canti dei poeti intorno ai falò dei contadini e dei soldati, e che nello scorrere dei secoli si è di volta adattata ai mutati contesti sociali ed alle diverse capacità tecniche. Dalle piazze reali, soggetto e spazio delle due prime esposizioni, si giunge così alla piazza virtuale del “metaverso”, dove giocatori fisicamente distanti possono coesistere, affrontandosi e divertendosi come un tempo i loro antenati.

la venaria play2022 2

Tutte le domeniche e i festivi, a partire da domenica 17 aprile (giorno di Pasqua), i Giardini della Reggia saranno animati da attività di gioco declinate nelle
forme più diverse: dal gioco da tavolo ai giochi di strada e della tradizione, dalla giocoleria agli spettacoli di marionette, dal modellismo allo sport, dalla magia ai giochi di ruolo. 

 

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703