Mer, 17 Ago, 2022

Campagna elettorale 2022: mancano le idee, ma abbondano gli slogan ed i distinguo

Campagna elettorale 2022: mancano le idee, ma abbondano gli slogan ed i distinguo

La classe dirigente politica sta perdendo l'ennesima occasione di ritrovare la serietà perduta

L'Italia e gli Italiani, in un momento storico a dir poco complicato, si ritrovano a dover assistere ad uno spettacolo politico indecoroso che non tiene conto delle reali urgenze del nostro Paese.

Quando dal fronte anti populista si inizia ad utilizzare uno stile di comunicazione tipico di coloro da cui ci si vorrebbe distinguere, si evidenzia la povertà di idee, di contenuti, di proposte reali da mettere in campo per costruire il futuro.

Invece di affrontare i problemi più urgenti, dalle riforme non più procrastinabili alla crisi energetica, dai fondi PNRR alla transizione ecologica, fino al debito pubblico o ai problemi evidenti di sanità e scuola, i presunti leader politici ci offrono quotidianamente un toto nomi condito dai distinguo in stile 'lui è peggio di me'.

Dal pericolo nero al pericolo rosso, non si va oltre contrapposizioni ideologiche fini a se stesse, unicamente preoccupati di riempire le caselle con i nomi dei propri fedelissimi cui garantire un ennesimo giro sugli scranni parlamentari. In una simile condizione, tra il centrodestra, presunto unito, ma diviso e che litiga sulla leadership nascondendo l'evidenza di una Meloni più forte degli alleati, ed un fronte opposto in cui si litiga sulla possibilità di allargare convergenze ed alleanze, a causa di vecchi dissapori personali, gli italiani si ritroveranno a dover scegliere in base all'appeal di uno slogan e non in base a programmi concreti.

La classe dirigente politica che sta perdendo l'ennesima occasione di ritrovare la serietà perduta, si ritroverà nuovamente a porsi domande sul crescente astensionismo solo il giorno dopo le elezioni.

Ma davanti allo spettacolo che stanno offrendo, una seduta di autocritica sarebbe auspicabile.

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703