Mer, 29 Giu, 2022

11/09/2001. Vent'anni fa i 17 minuti che hanno cambiato il mondo.  L'attacco terroristico al cuore dell'America

11/09/2001. Vent'anni fa i 17 minuti che hanno cambiato il mondo.  L'attacco terroristico al cuore dell'America

Scene terribili delle persone che si lanciavano nel vuoto e le loro voci registrate sui cellulari

 

Chi di noi – con almeno 30 anni compiuti – non ricorda quel 11 settembre di  fine estate di 20 anni fa, quando per ore, attaccati alla TV, abbiamo visto ripetersi quella scena di un aereo che si schiantava contro le Twin Towers del World Trade Center di New York, mentre solo 17 minuti prima un altro aeromobile si era abbattuto contro la Torre Nord?

In Italia erano le 14,50, nella Grande Mela le 9 meno dieci, con uffici e negozi che si stavano preparando ad una nuova giornata di lavoro e migliaia di persone in marcia.

Ricordo quel giorno come fosse ieri. Dopo aver pranzato ero già davanti al Pc per iniziare la stesura di un articolo, quando all’improvviso dalle pagine internet iniziarono ad arrivare quelle immagini che potevano quasi sembrare le scene di un film.

Ci è voluto poco - appena 17 minuti - per capire che non era il trailer di una pellicola di prossima uscita al Cinema. Eravamo tutti davanti allo schermo per guardare quello che in un primo momento sembrava un incidente aereo: il volo 11 dell’American Airlines, partito da Boston, si era schiantato contro la Torre Nord (che crollerà afflosciandosi su se stessa appena 103 minuti dopo).

Ma, dopo appena 17 minuti, mentre il mondo era intento a guardare le immagini della tragedia,  in diretta planetaria – e questo era proprio lo scopo, che tutti vedessero – un secondo aereo, il volo 175 United Airlines, anch’esso decollato da Boston si era schiantato contro la Torre Sud tra lo sgomento mondiale mentre erano ancora in volo, in stato di dirottamento altri due aerei. Era chiaro quello che stava accadendo non era un incidente: era un atto terroristico in grande stile, se così si può definire. Era quello che i media di tutto il mondo definirono "Attacco al cuore dell'America". Mai prima di quel momento gli Stati Uniti erano stati attaccati sul loro suolo. E il mondo intero tremò. Nei diversi Paesi scattarono fin da subito misure di sicurezza severissime, mentre gli USA chiudevano addirittura lo spazio aereo.

Da quel momento nessuno si sentì più al sicuro. All'alba del 12 settembre 2001 il mondo era già cambiato. Nessuno si sentiva più al sicuro.

11 settembre schiantoaereo

La trama del film del terrore

Ore 5,45 i terroristi si imbarcano

Sono le 5,45, ora di New York, quando Mohammed Atta e Abdulaziz al-Omari passano i controlli di sicurezza dell'aeroporto di Portland diretti a Boston e insieme ad altri tre dirottatori, si imbarcano sul volo AA 11 diretto a Los Angeles. A bordo ci sono 92 persone. I cinque terroristi prendono quasi subito il controllo dell’aereo che alle 8,45 si schianta contro la North Tower del World Trade Center. L'impatto avviene a 710 Km/orari  tra il 93esimo e il 99esimo piano del grattacielo di 110 piani.

Ore 8,50 il primo schianto

Alle 8,50 si verifica lo schianto contro la Torre Nord, nel cuore dell’America e più o meno alla stessa ora, da un altro terminal dell'aeroporto di Portland, altri cinque dirottatori si imbarcano sul volo United Airlines 175 con 65 persone a bordo.

Ore 9.07, un secondo aereo centra la Torre Sud

Passano appena 17 minuti da quello che sembrava un incidente aereo quando il volo United Airlines 175 si schianta a 870 km l’ora, sulla Torre Sud, tra il 77esimo e l'85esimo piano. L’impatto avviene in diretta tv. I terroristi hanno dato il tempo ai media di puntare le proprie telecamere sul World Trade Center dopo il primo schianto. Quello che in un primo momento poteva sembrare un'incidente, ora è chiaro che non lo è più, ma un piano ben orchestrato per dimostrare la forza e la potenza dei terrorismo.

Quelle immagini tristemente note, sono state viste e riviste milioni di volte in tutto il mondo. Era l'obiettivo dei terroristi creare quel terrore che ci ha poi accompagnati per anni. Dimostrare che potevano arrivare dove volevano e quando volevano.

Ore 9,37 viene colpito anche il Pentagono a Washington D.C.

Sono le 9,37, con il mondo incollato alla TV e ad internet quando il volo American Airlines 77, dirottato da cinque terroristi e partito dal Dulles International Airport di Washington D.C con destinazione Los Angeles, si schianta contro il Pentagono. Nell'impatto muoiono le 64 persone a bordo dell'aereo e 125 all'interno del Pentagono.

Ore 10,03 cade il volo UA 93

Mentre da ogni parte della Terra si assiste alle scioccanti immagini delle persone che si gettano nel vuoto dalle due Torri e le Tv mandano le immagini dei soccorritori coperti di polvere, arriva la notizia che il quarto aereo sfuggito al controllo, il volo United Airlines 93, partito da Newark per San Francisco che i terroristi avrebbero voluto portare a Washington, per colpire presumibilmente la sede del Congresso, si è schiantato a Shanksville, in Pennsylvania, dopo un’eroica rivolta dei passeggeri.

Ore 10 comincia il crollo delle Torri Gemelle

Esattamente 103 minuti dopo il primo schianto, le due torri, simbolo del potere economico degli Stati Uniti cominciano a crollare, lasciando sul terreno solo detriti, distruzione e morte. Alla fine i morti saranno quasi 3mila e 6mila i feriti.

Di questa incredibile follia umana rimangono le registrazioni delle telefonate e gli sms fatti da chi è rimasto intrappolato in quell’inferno. Documenti raccolti e custoditi al “9/11 Memorial Museum” con l’obiettivo di raccontare la storia dell'11 settembre attraverso media, narrazioni e una collezione di manufatti monumentali e autentici, presentando ai visitatori storie personali di perdita, recupero e speranza.

 

 

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703