Mer, 17 Ago, 2022

Torino

Giuramento sobrio, ma ricco di significati simbolici, sabato scorso per 275 allievi carabinieri

In piazza castello alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella

Erano 275 gli allievi Carabinieri, fra giovani uomini e donne, giunti in formazione dalla vicina Caserma Cernaia, che sabato scorso in piazza Castello a Torino, hanno giurato fedeltà alla Repubblica ed alla Costituzione Italiana.

In alta uniforme, ed accompagnati dalla fanfara dell’Arma, si sono schierati in diversi plotoni, di fronte al palco delle autorità, ed a poco distanza dai famigliari e dagli amici che sono arrivati da tutta Italia per assistere alla cerimonia. Imponente il servizio di sicurezza.

Oltre alla presenza del Ministro della Difesa e del Capo di Stato Maggiore, al solenne giuramento del 144° corso degli allievi Carabinieri, intitolato alla figura di Alberto La Rocca, che coincide con i duecento anni di fondazione della prima scuola per Carabinieri, ospitata inizialmente nel Mastio della Cittadella, poi nella caserma Cernaia, non ha voluto far mancare la sua presenza anche il Capo dello Stato, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nonostante i marosi della politica romana, Mattarella ha così mantenuto fede alla promessa fatta alla città ed ai Carabinieri, alcuni mesi fa. Accompagnato da un lungo, fragoroso applauso, è entrato in piazza Castello accolto dalle massime autorità civili e religiose piemontesi: il sindaco di Torino Stefano Lo Russo, il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, l’Arcivescovo di Torino monsignor Roberto Repole, e poi il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini, il Capo di Stato maggiore della Difesa l’ammiraglio Cavo Dragone, ed il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri Teo Luzi.

Piazza Castello dunque blindatissima e pavesata a festa in omaggio alla Benemerita ed ai suoi uomini ed alle suo donne, schierati in alta uniforme, in un luccichio di spade, bandiere, guanti bianchi, pennacchi e labari al vento. Una cerimonia, breve ma suggestiva, che richiama in sé tutta la storia ed i valori espressi dalla Benemerita, ed anche il profondo ed unico legame che l’Arma dei Carabinieri ha sempre mantenuto con la città di Torino.

Del resto, a poche centinaia di metri, in un’altra piazza sabauda, sotto le volte della caserma Bergia, nacque ufficialmente il corpo, nel lontano 1814, ed un’altra caserma, non molto lontana da piazza Castello, in via Cernaia, trovò sede il primo Istituto di Istruzione dell’Arma, una scuola di formazione ante litteram, che ha formato e continua a formare generazioni di Carabinieri.

Storia locale e nazionale, legami con il passato, fedeltà alle istituzioni ma anche uno sguardo al futuro, verso quelle responsabilità a cui saranno presto chiamati i Carabinieri che hanno giurato in piazza, questo il mix vincente che pone ai primi posti nel Paese la fiducia degli italiani verso la Benemerita

Sotto una pesante canicola gli allievi non si sono scomposti, ed ancor meno i tanti famigliari ed amici presenti. Un giuramento sobrio ma ricco di significati, accompagnato da un “fuori programma”: gli auguri rivolti al Capo dello Stato, il presidente Sergio Mattarella, che proprio sabato 23 luglio ha compito 81 anni.

Terminata la cerimonia, un breve “rompete le righe” sia per i militari che per i famigliari, che hanno potuto così fare le foto di rito accanto agli allievi, che già nei prossimi giorni, saranno destinati a diversi ruoli e compiti, in un po’ tutta Italia. Quell’Italia che sabato mattina, fra tanto caldo ed un pizzico di emozione, si è data appuntamento in piazza Castello, proprio sotto il monumento all’Alfiere dell’Esercito Sardo, simbolo di una plurisecolare tradizione militare, che ha rappresentato e rappresenta il cuore di Torino.

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703