Sab, 1 Ott, 2022

Quattrocento i partecipanti alla prima edizione della "Mangia Vauda" in ricordo di Giada

La ragazza scomparsa improvvisamente tre anni fa

Ci sono tanti modi per ricordare un'amica scomparsa troppo presto e che ha lasciato un vuoto incolmabile. Gli amici di Giada Capogreco, la venticinquenne vittima tre anni fa di un arresto cardiaco improvviso, in accordo con la mamma Silvia Furbatto, hanno scelto di organizzare una giornata di festa, domenica scorsa 18 settembre, la "Mangia Vauda" una camminata ad anello di 7 chilometri nella suggestiva cornice naturale del parco della Vauda, proprio come sarebbe piaciuto a lei.

I partecipanti sono stati 400 in questa prima edizione suddivisa in 5 tappe dove anche grazie alla collaborazione dei borghi San Michele e Colombera e di diverse aziende del territorio che hanno partecipato sponsorizzando l'evento, tutto è andato per il meglio e il successo garantito dall'ottima organizzazione.

«L'idea è nata dal suo gruppo di amici - racconta la mamma - all'uscita dalla seconda messa di anniversario di Giada, quando mi hanno ventilato l'idea di ricordarla con un memorial festoso e legato al cibo. Una sorta di sagra come quelle che piacevano a lei e a cui partecipava sempre. Cpsì è stato creato il logo e hanno cominciato a lavorare all'organizzazione che non è stata per nulla semplice perchè attraversando non solo boschi ma anche campi è stato necessario chiedere l'autorizzazione ai proprietari».

Cinque le tappe e all'arrivo in ciascuna sono stati serviti  l'aperitivo a base di salatini, pizzette e prosecco; l'antipasto (pane, prosciutto, salame e frittatina); il primo (agnolotti al ragù); il secondo (salsiccia e patatine) e dolce (crostata) e caffè.

A tutti i partecipanti ad inizio percorso è stato consegnata una tracollina e un calice per bere, biodegradabile. Ovviamente nel parco non è rimasto neppure un pezzetto di carta. Gli amici di Giada hanno ripulito tutto dimostrando grande rispetto per l'ambiente.

Alla manifestazione hanno partecipato anche il sindaco Giovanni Panichelli e le consigliere Victoria Deyme e Giada Lust.

 

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703