Sab, 13 Lug, 2024

Cedole librarie: il gruppo Uniti per cambiare Borgaro risponde alla maggioranza «usate il vostro tempo per trovare soluzioni»

Cedole librarie: il gruppo Uniti per cambiare Borgaro risponde alla maggioranza «usate il vostro tempo per trovare soluzioni»

Diventa politica la questione delle cedole librarie per i testi della scuola primaria. Dopo le rimostranze personali della cartolaia che ovviamente e, oseremmo dire anche legittimamente, ha spiegato soprattutto alle famiglie le motivazioni del suo dinioego a fornire il servizio e quindi dei disagi involontari causati, le polemiche tornano ad accendersi con il comunicato di "Uniti per cambiare Borgaro", accusato dalla maggioranza Gambino di «aver strumentalizzato per fini elettorali le difficoltà della cartoleria in questione prima» e poi per mera «polemica».

«Precisiamo che la questione è stata da noi formalmente sollevata dopo la campagna elettorale, pur essendone a conoscenza con ampio anticipo  - scrive il gruppo guidato da Elisa Cibrario Romanin nella sua nota -. Ad ogni modo, troviamo deplorevole che sia stato volontariamente travisato quanto da noi comunicato ed al tempo stesso siamo fermamente convinti che questo modo di fare politica
non ci appartenga. Deviare l’attenzione da quello che è un reale problema è un chiaro sintomo di chi ad oggi non ha avuto la capacità di fornire risposte e/o un'alternativa».

Anche perchè secondo quanto espresso dal gruppo «questo comportamento ricade inevitabilmente sui genitori interessati», le famiglie che per ritirare i libri per i loro figli dovranno inevitabilmente recarsi a Caselle. 

«Non abbiamo preso le parti di una "singola" commerciante, pur sposandone a pieno le sue motivazioni - prosegue la nota -. Il nostro interesse è volto esclusivamente alla tutela di tutti quei cittadini che, aventi diritto possono usufruire di questo servizio comunale: gli studenti della primaria, a settembre, si troveranno molto probabilmente in una situazione di difficoltà».

E poi l'attaco diretto «è nostra opinione che, come dimostrabile, la maggioranza ne fosse a conoscenza fin dai primi mesi del 2024» e quindi sempre secondo Uniti per cambiare Borgaro l'allora Amministrazione avrebbe potuto e dovuto cercare un'alternativa che non creasse disagi alle famiglie, ma non l'ha fatto «chi era preposto a risolvere il problema, sembrerebbe aver preso "alla leggera" la questione. E poi dicono che noi non abbiamo competenze...».

Forse, ma non facciamo il processo alle intenzioni, era più facile dare la colpa a qualcuno del disguido creato. O forse, troppo presi dalla campagna elettorale, nessuno si è reso neppure conto del disagio che ne sarebbe derivato. Eppure a Borgaro circondata com'è da supermercati  e avendo il Bennet che il servizio libri di testo lo offre da anni, situato ad appena un chilometro e mezzo sarebbe stato facilmente risolvibile. Senza avanzare la balzana e di difficile realizzazione, idea che le cedole possono ritirale tutti i negozi. 

«Almeno oggi grazie alla nostra "mancanza di competenze" il livello di attenzione si è alzato e i nostri esempi "vicini" che già da tempo hanno diversamente affrontato la problematica ci porteranno ad una soluzione - conclude - La soluzione al problema esiste ed è percorribile senza l'avallo della dirigenza scolastica che per altro può essere eventualmente coinvolta solo per la distribuzione. Il nostro consiglio, che speriamo venga colto, è volto a far si che il loro modo di fare politica sia a vantaggio della collettività. Perder tempo a scrivere comunicati mendaci, offensivi e per distogliere l'attenzione non è utile al bene comune. Invitiamo, quindi, la maggioranza ad agire con oculatezza utilizzando al meglio il tempo per la cittadinanza».

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703