Sab, 13 Lug, 2024

Pesce d'aprile, la ricorrenza che è diventata tradizione. Sono diverse le teorie sull a sua origine

Pesce d'aprile, la ricorrenza che è diventata tradizione. Sono diverse le teorie sull a sua origine

Scherzi e fake news clamorose della storia: dall'albero degli spaghetti alla scoperta della forza 

Pesce d’aprile! Questa ricorrenza, conosciuta in tutto il mondo, consiste nell’organizzare scherzi, più o meno sofisticati, che hanno lo scopo di prendere in giro bonariamente le “vittime” di tali burle. Questa data ricorre domani lunedì 1 aprile. Ha caratteristiche simili a quelle di alcune festività quali l'Hilaria dell'antica Roma (25 marzo) e l'Holi induista, entrambe legate all'equinozio di primavera.

Vi sono diverse teorie sull’origine del pesce d'aprile

Una delle più remote riguarderebbe il patriarca di Aquileia, beato Bertrando di San Genesio, il quale avrebbe salvato un papa soffocato in gola da una spina di pesce; e quest’ultimo avrebbe decretato che ad Aquileia, il primo aprile, non si mangiasse pesce.

Un'altra teoria tra le più accreditate colloca la nascita della tradizione nella Francia del 1500. In origine in Europa era usanza celebrare il Capodanno tra il 25 marzo e il 1 aprile, ove si scambiavano pacchi dono. La riforma di papa Gregorio XIII spostò la festività al 1 gennaio, di conseguenza il 1 di aprile divenne usanza scambiarsi pacchi regalo vuoti, volendo simboleggiare la festività ormai spostata. Il nome che venne dato alla strana usanza fu "Poisson d'Avril", per l'appunto "pesce d'aprile".

Un'altra ipotesi ancora, vede protagoniste le prime pesche primaverili che avvenivano in passato. Accadeva spesso che i pescatori, non trovando pesci negli ultimi giorni di marzo e nei primi giorni di aprile, tornassero in baia a mani vuote e per questo erano oggetto di scherno da parte dei compaesani. 

Alcuni studiosi hanno trovato l’origine del pesce d’aprile in età classica e, in particolare, nel mito di Proserpina, sia nella festa pagana dei Veneralia che si proprio in questo giorno.

Esiste questa ricorrenza anche in altre parti del mondo che assumono diverse sfaccettature nella loro cultura locale.

Pare che in Scozia sia nato il popolare scherzo che consiste nell'attaccare un avviso recitante "calciami" (kick me). La ricorrenza scozzese, però, è nota come Gowkie Day (dallo scozzese gowk = "cuculo").

Si dice che abbia inoltre avuto origine in italia, tuttavia non ci sono fonti certe. In Italia la tradizione marinaresca vuole che in passato fosse vietato uscire in mare il 1 aprile, giorno in cui la Sirena Partenope avrebbe trasformato, per gioco e scherzo, i marinai in pesci.

Gli scherzi più belli, originali e curiosi del passato

1 aprile 1957 la BBC manda in onda un documentario che gli spaghetti crescono sugli alberi e vengono coltivati nel Canton Ticino

1 aprile 1976 sempre la BBC annuncia ai propri ascoltatori che alle 9,47 Giove e Plutone si sarebbero allineati riducendo la gravità terrestre per qualche secondo e invitando tutti a saltare per provare questa sensazione. Molti ignari chiamarono poi la stazione radio per raccontare la loro particolare esperienza.

1 aprile 1961 appare sul quotidiano milanese "La Notte" la notizia che diventa obbligatorio per tutti i possessori di cavalli apporre la targa sugli animali per identificarli quando trottano sulle strade cittadine

1 aprile 1972 rimbalza sui rotocalchi di tutto il mondo la notizia della scoperta da parte di un gruppo di zoologi del cadavere del mostro di Lock Ness. Dalle indagini è poi emerso che Nessie altro non era che un grande elefante marino

Nella notte del 31 marzo 1989 centinaia di persone, nei cieli di Londra, avvistano incredule un UFO. Quando l'astronave atterra poco fuori città accorre allarmata la polizia e dallo sportello del velivolo e esce E.T. In realtà è un uomo travestito come l'extraterrestre del film mentre il disco volante è solo una mongolfiera attrezzata con luci stroboscopiche. Dentro c'è Richard Branson, il multimilionario boss di Virgin. I poliziotti minacciano di arrestare i due buontemponi, ma alla fine si fanno anche loro una risata. E' un pesce d'aprile!

1 aprile 1994 la rivista PC Computing in un articolo svela i retroscena di un progetto di legge in discussione al Congresso, che vieterebbe l'utilizzo di Internet alle persone in stato di ebbrezza. Nonostante il nome del contatto citato nel pezzo, Lirpa Sloof (che letto al contrario è April Fools), molti lettori se la bevono.

1 aprile 1996 la catena di fast food Taco Bell pubblica su diversi quotidiani nazionali l'annuncio di avere acquistato la campana Liberty Bell, uno dei massimi simboli degli Stati Uniti, che sarà ribattezzata Liberty Taco Bell. Esplodono le proteste di migliaia di cittadini americani, prima che l'azienda sveli lo scherzo.

Ancora il 1 aprile 1998 comincia a circolare la notizia che lo Stato dell'Alabama avrebbe intenzione di fissare per legge il valore del Pi greco a un più comodo, semplice 3, invece che al tradizionale 3,14. L'amministrazione dell'Alabama viene tempestata di telefonate, ma poi si scopre che la notizia è un pesce di aprile messo in circolo dal fisico Mark Boslough, noto per essere un burlone.

1 aprile 2010 la Mountain View annuncia il nuovo servizio "Google Translate for Animals" un fantomatico traduttore in grado di tradurre la lingua umana in qualsiasi linguaggio animale e viceverna naturalmente!

1 aprile 2013 Google che ama particolarmente gli scherzi d'aprile pubblicava online le "mappe del tesoro" per aiutare tutti gli utenti a trovare tesori nascosti da secoli dai pirati e qualcuno è anche partito alla ricerca!

Clamoroso il "pesce d'aprile scientifico" del 2015. Sul sito del Cern di Ginevra, l’Organizzazione europea per la ricerca, viene pubblicata una scoperta cheha dell’incredibile: l’esistenza della “Forza”. Gli amanti della saga di Star Wars sono entusiasti per la notizia che arriva, casualmente, guardacaso, proprio il primo di aprile. 

 

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703