Sab, 13 Lug, 2024

Per fuggire si butta dal balcone di un appartamento che stava svaligiando ma trova ad attenderlo i carabinieri

Per fuggire si butta dal balcone di un appartamento che stava svaligiando ma trova ad attenderlo i carabinieri

Stava per mettere a segno un furto in un'abitazione del quartire Vanchiglia di Torino, quando grazie ad una segnalazione al 112, sono intervenuti i carabinieri che non solo hanno sventato il tentativo, ma anche arresto un uomo di 28, già noto alle forze dell'ordine e irregolare sul territorio italiano.

L'episodio è accaduto lunedì notte, 8 luglio. Il ladro si sarebbe introdotto in un appartamento posto al primo piano di un condominio residenziale e, dopo aver messo a soqquadro la casa, avrebbe fatto incetta di diversi monili d’oro. L’arrivo degli uomini dell'Arma a pochi passi dall’abitazione ha però rovinato i suoi piani costringendolo a gettarsi dal balcone. Tutto inutile:  ad attenderlo in strada c'erano i Carabinieri del Nucleo Radiomobile, ai quali ha opposto resistenza nel tentativo di far perdere le proprie tracce. Portato in caserma e perquisito, i militari gli hanno trovato addosso, oltre alla refurtiva, anche un cacciavite, un passamontagna, una torcia elettrica e una ricetrasmittente. 

Il 28enne, su cui gravva anche un decreto di espulsione è stato quindi arrestato in flagranza di reato perché gravemente indiziato di “furto in abitazione”, “resistenza a pubblico ufficiale”, nonché in violazione sulla norma di
immigrazione relativamente all’espulsione dal territorio italiano.

Nel corso della stessa nottata, nel quartiere Barriera Milano, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato in flagranza di reato, per “furto aggravato “, un ventiseienne italiano “pizzicato” mentre infrangeva i vetri delle auto in sosta per rubare alcuni indumenti custoditi all’interno dell’abitacolo. Sorpreso nell’ambito del consueto servizio di controllo del territorio, il giovane è stato portato alla Casa Circondariale “Lorusso e Cutugno” in attesa del processo per direttissima.

E sempre nelle ultime 48 ore si sono poi verificati altri due episodi di resistenza nei confronti delle Forze dell’Ordine:  il primo, a San Salvario, dove è stato denunciato un cittadino nordafricano di vent’anni, senza fissa dimora, che per opporsi al controllo di polizia si è scagliato sui carabinieri, ma è stato fermato e trovato in possesso alcune dosi di hashish e MDMA  e della somma contante verosimilmente provento dell’attività di spaccio (127 euro). Il giovane è stato poi denunciato perché gravemente indiziato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”.

Il secondo, alle Vallette, dove i carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno arrestato un 21 enne e un 19 enne che, in evidente stato di ebbrezza, disturbavano alcuni avventori di un esercizio pubblico dopo che gli era stato vietato l’accesso dal titolare del locale. I due uomini, alla vista dei militari, hanno rifiutato di farsi identificare, opponendosi al regolare controllo con violenza, sferrando calci e pugni. I Carabinieri hanno pertanto proceduto al loro arresto per “resistenza a pubblico ufficiale” e tradotti nella locale Casa Circondariale.

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703